Circolo PD Washington DC

Circolo PD Washington DC Circolo del Partito Democratico di Washington D.C. Questa e' la pagina Facebook ufficiale del Circolo del Partito Democratico di Washington D.C.
(2)

Segretario: Giovanni Faleg Presidente: Claudio Purificato Tesoriere: Sandra Colombini Hatch Relazioni esterne: Ivana Brancaccio

Operating as usual

11/14/2020
Join our Cloud HD Video Meeting

Cari tutti,

Il prossimo mercoledì, 18 novembre, alle 19 si terrà la nostra consueta riunione di circolo sul seguente link ZOOM: https://us02web.zoom.us/j/81645011610#success

I temi di discussione saranno:
*Elezioni Americane - quando finiranno? cosa dovremmo aspettarci nei prossimi giorni?
*COVID-19 in Italia - riusciremo a tornare a casa per natale? sara' safe?
*Comites - come prepararci.

Ricordiamo che le riunioni di circolo sono aperte a tutti coloro che tengono alla cosa pubblica.

A presto,
Adolfo

Zoom is the leader in modern enterprise video communications, with an easy, reliable cloud platform for video and audio conferencing, chat, and webinars across mobile, desktop, and room systems. Zoom Rooms is the original software-based conference room solution used around the world in board, confer...

09/09/2020
Join our Cloud HD Video Meeting

Cari tutti,

Domani, 9 settembre, alle 19 si terrà la nostra consueta riunione di circolo sul seguente link ZOOM: https://us02web.zoom.us/j/81645011610

I temi di discussione saranno:
- Referendum costituzionale sul numero dei parlamentari (20-21 Sett.) - quali effetti avrebbe il sì sugli iscritti all'AIRE
- De-brief sull'incontro tenutosi lo scorso sabato sull'iniziativa "L'Europa Controvento."
- Info sui nuovi “bonus”
- Acquisizioni/partecipazioni Cassa Depositi e Prestiti - nuova era statale?

Ricordiamo che le riunioni di circolo sono aperte a tutti coloro che tengono alla cosa pubblica.

A presto

Zoom is the leader in modern enterprise video communications, with an easy, reliable cloud platform for video and audio conferencing, chat, and webinars across mobile, desktop, and room systems. Zoom Rooms is the original software-based conference room solution used around the world in board, confer...

Cari tutti,Questo Sabato (29 AGOSTO) alle 12:30 EST il Circolo PD Washington, in collaborazione con il PD Mondo, ospiter...
08/27/2020

Cari tutti,

Questo Sabato (29 AGOSTO) alle 12:30 EST il Circolo PD Washington, in collaborazione con il PD Mondo, ospiterà una conversazione sul tema dell'immigrazione e sulla iniziativa Europa Controvento: Road to Lampedusa.

Introduzione:
Luciano Vecchi - Responsabile PD Mondo

Interverranno:
Dott. Pietro Bartolo - Europarlamentare, medico in prima linea a Lampedusa, e autore del libro Lacrime di Sale
Marco Onorato - Segretario PD Lussemburgo
Filippo Mancini - PD Lussemburgo
(Marco e Filippo partecipano al progetto Road to Lampedusa)

A moderare la conversazione sarà la nostra Segretaria di Circolo Sandra Colombini Hatch!

Potrete partecipare all'incontro attraverso il seguente ZOOM link:
https://us02web.zoom.us/j/87954827785?pwd=NmNmcEJiSGQ4dFhiVlZOK1BxamZUQT09
(Meeting ID: 879 5482 7785; Passcode: 209462).

Un caro saluto e a presto,
Adolfo

Marco Furfaro
06/11/2020

Marco Furfaro

In questo giorno se ne andava un grande politico.
Anzi, scusate. Prima che politico, un grande, grandissimo uomo, Enrico Berlinguer.

Un uomo che ci ha insegnato cosa significasse fare politica con profondissima onestà, grande forza e determinazione. Ma anche, se non soprattutto, cosa significasse essere una brava persona. Che credeva in ciò che faceva.

Perché questo era Enrico: un esempio. Un esempio per tutti. Non solo per la sinistra. Non solo per il PCI: per tutti. Con la sua bontà, la sua morale, la sua correttezza e la sua intelligenza, quest’uomo ha infatti davvero segnato un tempo.

Per questo, oggi, lo ricordiamo.
Ricordiamo tutto di lui.
La voce, la forza, la bontà. La gentilezza del suo cuore.

Ovunque tu sia, riposa in pace Enrico.
Non ti dimenticheremo mai.

06/10/2020
Partito Democratico

Partito Democratico

Oggi si commemora Giacomo Matteotti, nel giorno del sequestro e dell'uccisione sul Lungotevere a Roma.
Mussolini ebbe poi paura di Matteotti anche da morto, tanto da far sorvegliare la sua tomba nel piccolo cimitero di Fratta Polesine da un presidio permanente di polizia fascista per tutta la durata del regime.
Figuriamoci che paura avesse di Matteotti da vivo. Si trattava di una paura ben fondata, se guardiamo questa scena cinematografica, fedelmente ricostruita dagli stenografici della Camera, del discorso parlamentare pronunciato da Matteotti (qui impersonato da un magistrale Franco Nero) del 30 maggio 1924, pochi giorni prima della fine.
Il discorso più coraggioso e limpido della nostra storia politica in favore della libertà.
È su questo coraggio, su queste basi, che è nata la Repubblica italiana.
È su questo coraggio, su queste basi, che dobbiamo sempre difendere la democrazia e la Costituzione che ce la garantisce!

David Sassoli

Marco Furfaro
06/08/2020

Marco Furfaro

Alla fine viene tutto a galla.

Ricordate quando Salvini voleva chiudere i progetti di accoglienza a Riace? Quando voleva cancellare quel modello?

Bene. Oggi il Consiglio di Stato, dopo il Tar, conferma un piccolo dettaglio: Salvini non aveva nessuna ragione per chiudere quei progetti. Nessuna. E quindi conferma l’annullamento di quel provvedimento. Che voleva distruggere un modello di accoglienza e integrazione, appunto perché di successo. E quindi simbolo, emblema della retorica salviniano.

Oggi è quindi un giorno – l’ennesimo – di sconfitta per Matteo Salvini.

E un grande giorno di vittoria per Riace, per Mimmo Lucano.

Per una società senza odio.

Nicola Zingaretti
04/25/2020

Nicola Zingaretti

Libertà di pensare, di criticare, di muoversi, di viaggiare, di organizzarsi, di cambiare idea incontrando gli altri. La libertà ci è arrivata come un regalo da chi ha combattuto e lottato per conquistarla, 75 anni fa dopo il fascismo e le tragedie della seconda guerra mondiale.

Ha proprio ragione Piero Calamandrei «La libertà è come l'aria: ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare, quando si sente quel senso di asfissia che gli uomini della mia generazione hanno sentito per vent'anni, e che io auguro a voi, giovani, di non sentire mai».

Siamo tutti impegnati per sconfiggere il virus partendo dalle nostre vite, dalle scelte individuali, dal rispetto di comportamenti e regole che hanno stravolto la nostra quotidianità. Ma nulla potrà impedirci di ricordare chi ha lottato per la nostra libertà permettendo poi la nascita della Repubblica e l'affermazione con la democrazia, di valori condivisi ancora oggi fondamentali per guardare al futuro con fiducia. Ce la faremo ancora una volta se promuoveremo con l'Europa un nuovo modello di sviluppo fondato sulla sostenibilità ambientale e sociale: crescita per il lavoro, contro le nuove solitudini e le disuguaglianze. Al centro di tutto la persona. Dobbiamo farcela.

Viva l'Italia. Buon 25 aprile di liberazione

Partito Democratico
04/21/2020

Partito Democratico

BLOCCHIAMO L’ACCESSO AGLI AIUTI DI STATO A CHI EVADE NEI PARADISI FISCALI!

Mentre in Italia il dibattito pubblico si concentra su MES ed eurobond, nonostante manchi ancora oggi una proposta concreta, dalla Danimarca giunge una lezione che potremmo subito applicare. Il Paese ha infatti deciso di escludere le società con sedi nei paradisi fiscali dai fondi pubblici destinati al sostegno alle imprese per fronteggiare la crisi economica provocata dal COVID-19.
La logica è chiara e lineare: perché utilizzare i soldi dei contribuenti per aiutare chi, tramite l’evasione, ha indebolito il sistema sanitario nazionale?
La spesa pubblica è un bene comune ma, affinché sia sostenibile, è necessario che ognuno proporzionalmente faccia la sua parte.
I paradisi fiscali, a cui si applica la misura, purtroppo
sono solo quelli extra-UE, ma in mancanza di una fiscalità comune, quello lanciato dalla Danimarca è un segnale importante.
Nel provvedimento approvato ieri da Copenaghen è stato inoltre proibito alle aziende che beneficiano degli aiuti di Stato di pagare i dividendi agli azionisti a meno di non ripagare
prima il debito accumulato nei confronti dei contribuenti.
Come si vede “volere è potere”. Copenaghen ha aperto una strada che anche il nostro Paese può seguire.
Subito.
È un segnale importante perché in un periodo difficile come quello che stiamo vivendo le diseguaglianze e le iniquità diventano ancora di più intollerabili.
In particolare da parte dei furbi che trasferiscono la propria sede legale in qualche paradiso fiscale.

Giuliano Pisapia

Prima la Lega. Prima se stesso. Gli italiani sempre per ultimi. Senza vergogna anche nelle tragedie.
04/16/2020

Prima la Lega. Prima se stesso. Gli italiani sempre per ultimi. Senza vergogna anche nelle tragedie.

Le dichiarazioni che ha fatto Salvini stamani ci allarmano.

Il senatore chiede che le indagini e le inchieste sulla sanità vengano sospese fino alla fine dell’epidemia.

Una richiesta preoccupante.
Che solleva più di un dubbio.

Oltre all'assoluta e categorica inopportunità della richiesta - Salvini è senatore, non è né un magistrato né un ispettore - che si aggiunge alla già lunga sfilza di sue invasioni di campo, essa arriva in un momento delicato.
Molto delicato.

Un momento in cui nella Lombardia amministrata dal presidente leghista Fontana la Guardia di Finanza sta svolgendo indagini sulla gestione del coronavirus in alcune case di cura per anziani e non solo.

Che Salvini chieda la sospensione delle indagini parlando stranamente di “regioni” (perché mai al plurale?), ci pone il legittimo dubbio che la sua richiesta sia indirizzata solo alla Lombardia.

Nel caso, saremmo di fronte ad uno scandalo inaccettabile.

Un senatore, capo dell’opposizione, che per proteggere i suoi uomini invade il campo degli altri poteri dello Stato, chiedendo di fermarsi.

Questa volta facciamo una richiesta formale al senatore Salvini.
Rettifichi e si scusi.
Lo deve alla democrazia, alla giustizia, alle vittime, ai loro cari.

È andato oltre.
Davvero troppo oltre.

Stefano Vaccari

Il semplice fatto che in Europa ancora si litighi, invece di unirsi, di fronte a questa emergenza è disarmante. Si litig...
04/09/2020
Coronabond, il no tedesco «è gretto e vigliacco»: l’editoriale dello Spiegel scuote la Germania

Il semplice fatto che in Europa ancora si litighi, invece di unirsi, di fronte a questa emergenza è disarmante. Si litiga su provvedimenti che dovevano essere già approvati per ragioni, se non altro, umanitarie. Provvedimenti che se e quando saranno approvati saranno già in ritardo, perché sono già in ritardo oggi. Diventa inevitabile chiedersi se abbia senso questo tipo di unione. Come scrive il direttore (tedesco) dello Spiegel (tedesco) "L’enorme violenza della pandemia ha comportato una vera e propria tragedia umana e medica in Italia e in Spagna — anche perché ultimamente ambedue gli Stati avevano attuato una forte politica di austerity, come voluto da Bruxelles — e sicuramente non perché vivessero al di là delle loro possibilità".

https://www.corriere.it/esteri/20_aprile_09/coronabond-no-tedesco-gretto-vigliacco-l-editoriale-spiegel-scuote-germania-9437f374-7a29-11ea-880f-c93e42aa5d4e.shtml

Il direttore dello Spiegel, Steffen Klusmann, firma un editoriale destinato a passare alla storia

Il PD Nord e Centro America invita a votare NO al referendum costituzionale del 29 marzo sul taglio dei parlamentari. E'...
03/03/2020

Il PD Nord e Centro America invita a votare NO al referendum costituzionale del 29 marzo sul taglio dei parlamentari. E' una riforma che penalizza soprattutto i cittadini italiani residenti all'estero, che avranno molta meno voce e meno rappresentanti. L'Italia diventerebbe il paese della UE con la minor rappresentanza parlamentare in rapporto alla popolazione. La qualità della politica non si migliora riducendo la rappresentanza dei cittadini.

Il coordinamento PD nord e centro America invita a votare NO al referendum costituzionale del 29 marzo sul taglio dei parlamentari.
iovotoNO al taglio dei parlamentari #referendum

Chiedono le dimissioni del governo ma poi questa e' la serieta' con cui affrontano la situazione. Sono i governatori leg...
02/28/2020

Chiedono le dimissioni del governo ma poi questa e' la serieta' con cui affrontano la situazione. Sono i governatori leghisti che dovrebbero dimettersi, nell'interesse del paese.

“I cinesi? Li abbiamo visti tutti mangiare topi vivi".
Ecco la vergognosa e razzista frase di Zaia, Presidente del Veneto, pronunciata oggi in una TV locale e affiancata da qualche delirio sulla presunta superiorità degli italiani rispetto ai cinesi.

Ora mi chiedo: è davvero utile alla Regione Veneto un Presidente che alza i toni con affermazioni razziste in un momento così delicato?

Pensi a lavorare per gestire l’emergenza, non a fare danni al nostro Paese!

Brando Benifei

Partito Democratico
02/27/2020

Partito Democratico

Da un lato c’è chi, in maniera irresponsabile e senza riflettere sulle conseguenze, continua a soffiare sul fuoco dell’allarmismo.

Un atteggiamento incomprensibile sempre, ma che diventa gravissimo se a praticarlo è chi siede nelle istituzioni e che per primo dovrebbe farsi carico di contenere ripercussioni economiche e di immagine che rischiano di fare più danni di qualunque virus.

Dall’altro c’è chi, interpretando al meglio il proprio ruolo, rimane sul terreno della razionalità e dell’unico messaggio possibile in questi giorni difficili: quello di una comunità che di fronte a una crisi, si unisce e si stringe più forte. E lo fa andando anche a visitare un cantiere all’aperto, per dare l’esempio.

Noi siamo al fianco di Beppe Sala, dei sindaci e dei governatori che in queste ore stanno affrontando con serietà e senso di responsabilità una situazione di emergenza.

Al Paese serve serietà, competenza e unità. E noi continueremo su questa strada. Insieme.

A marzo si svolgerà il referendum sulla riforma che riduce la rappresentanza parlamentare dei cittadini italiani. Vi ric...
02/17/2020

A marzo si svolgerà il referendum sulla riforma che riduce la rappresentanza parlamentare dei cittadini italiani. Vi ricordiamo che possono votare anche gli italiani temporaneamente all'estero. Occorre soltanto informare (anche via email!) il proprio comune di residenza entro il 26 febbraio - Maggiori informazioni nei commenti.

Cari amici, anche se siete temporaneamente all’estero, potete votare per il referendum, basta mandare una email al vostro comune!

02/06/2020
Partito Democratico

Partito Democratico

Chi è Sergio Mattarella ce lo dice questo episodio.
In un periodo in cui c’è una politica che specula sulla paura, fomentandola, lui fa la cosa più bella del mondo: far sentire alla comunità cinese la vicinanza delle Istituzioni.
In che modo? Visitando la scuola Manin, a Roma, quartiere Esquilino. Istituto con una presenza tra il 40 e il 50% di alunni di nazionalità non italiana, esempio di condivisione e comunità.
Un gesto significativo da parte del capo dello Stato nei confronti della comunità cinese residente da anni in Italia, colpita dalle strumentalizzazioni sulla vicenda del coronavirus.
Il Presidente ha scelto da che parte stare e noi con lui.

Partito Democratico
01/22/2020

Partito Democratico

Nettuno. La destra censura le parole "antifascismo" e "resistenza" contenute nella mozione per la commissione Segre. Ovviamente a causa della destra.

Ma lui, Roberto Alicandri, consigliere, non ci sta. Si oppone a quel gesto vergognoso. Prende le parola in consiglio e inizia a parlare. Spiega perché quel gesto è folle, ingiusto. Ma ad un certo punto si interrompe. Scoppia a piangere, perché quella violenza è troppo forte. Si scusa, poi riprende: "Non lo posso accettare…le vittime di tutti i totalitarismi sono uguali, sì, ma in Italia non possiamo dimenticare cosa ha fatto il fascismo. Mio nonno nascondeva gli ebrei nelle chiese di Roma, e quelli che non è riuscito a salvare li ha visti portare via. Ha visto portare via gli omosessuali, come ha visto portare via i disabili, semplicemente perché erano diversi. Dimenticare questo vuol dire uccidere ancora quelle persone, uccidere ancora una volta quelle famiglie che hanno visto tornare a casa magari un bambino o soltanto un padre senza un figlio. Ma come potete pensare veramente che si possa dire che i morti sono tutti uguali…non è così in questo Paese, in cui i fascisti indicavano ai nazisti le persone da portare via nei rallestramenti. Avete ragione, in altri paesi dovranno essere 'anti' qualcos'altro, ma noi, in Italia, dobbiamo essere antifascisti".

Grazie Roberto per le tue parole. Per il tuo coraggio, la tua voce. Il tuo cuore. È di questa passione, questa sensibilità e di questa intelligenza che abbiamo bisogno.

Ora più che mai.

"Lo fai a casa tua" - sic
01/21/2020

"Lo fai a casa tua" - sic

"Lo fai a casa tua". Puoi preparare un'intervista, concordarla, avere di fronte un giornalista che evita qualsiasi domanda scomoda, che ti permette un teatrino che offende la dignità del giornalismo, ma tanto la natura delle persone viene sempre fuori.

Per Salvini in pubblico non puoi paragonare le donne a "tro*e, violentate, stuprate e usate come oggetti. Lo fai a casa tua".

Lo fai a casa tua. Lo ha detto così, con naturalezza e senza vergogna.

"A casa tua", cioè in quelle case dove sette milioni di donne, in Italia, hanno subito violenza fisica o verbale.

Questa è l'idea di società che questo ipocrita vuole portare in Emilia-Romagna, in Calabria e nel Paese. Una società in cui si odiano le donne, gli stranieri, le diversità, cioè qualunque cosa non sia il maschio leghista.

Mobilitiamoci, tutti. Perché siamo oltre ogni limite.

Address

Washington D.C., DC

Alerts

Be the first to know and let us send you an email when Circolo PD Washington DC posts news and promotions. Your email address will not be used for any other purpose, and you can unsubscribe at any time.

Contact The Business

Send a message to Circolo PD Washington DC:

Videos

Our Story

Questa è la pagina Facebook ufficiale del Circolo del Partito Democratico di Washington D.C. Invitiamo tutti ad utilizzare questo spazio Facebook in maniera consona, partecipando in modo costruttivo e con spirito di amicizia democratica a questa comunità. Chi gestisce questa pagina si riserva il diritto di eliminare commenti che non rispetteranno tali principi e tale spirito di confronto democratico.

La Segreteria è composta da: Segretaria: Sandra Colombini-Hatch Presidente: Ciro Franco Tesoriere: Silvia Malgioglio

Nearby government services


Comments

Sono contenta di trovare a Washington D.C., un Circolo PD. Ho un particolare legame con questa città avendo lavorato per 4 anno presso l' Ambasciata Italiana. Può darsi che fra i membri del Circolo vi siano miei amici. Comunque, poichè da quanto leggo, condividiamo l' idea di come il PD dovrà procedere, sarò contenta di fare parte di questo Circolo per scambiarci idee. Buonasera a tutti!
Congratulazioni a Sergio Gaudio ricercatore del team Premio Nobel per la Fisica 2017 e segretario del Partito Democratico USA #PDUSA #NobelPhysics2017 #Ligo